Stefano Medas
  2 results

Stefano Medas è archeologo subacqueo e navale e ha condotto numerose campagne di scavo su relitti e siti sommersi. È stato docente a contratto di Storia della Navigazione Antica all’università di Bologna e di Archeologia e Storia Navale del mondo fenicio-punico all’università di Cagliari. Attualmente è presidente dell’Istituto Italiano di Archeologia ed Etnologia Navale e assegnista di ricerca all’università Ca’ Foscari di Venezia. Da oltre vent’anni tiene corsi di vela con le barche tradizionali. In materia di archeologia subacquea, archeologia navale e storia della navigazione ha pubblicato oltre cento articoli su riviste scientifiche e atti di convegni nazionali e internazionali, oltre ad alcune monografie, tra cui: La marineria cartaginese – le navi, gli uomini, la navigazione (Carlo Delfino Editore, 2000); De rebus nauticis – L’arte della navigazione nel mondo antico (L’Erma di Bretschneider, 2004); Lo Stadiasmo o Periplo del Mare Grande e la navigazione antica (Universidad Complutense de Madrid, 2008).

De Rebus Nauticis

L'arte della navigazione nel mondo antico

In ogni tempo, nell'antichità come nella più recente tradizione marinaresca, l'arte della navigazione condensa quel complesso di conoscenze e di capacità specifiche con cui i naviganti guidano il corso della nave. La straordinaria sensibilità di percezione degli elementi naturali, la perfetta conoscenza del comportamento della propria imbarcazione, insomma quello che viene definito a ragione il "senso marino" dei naviganti...
Studia Archaeologica, 132
2004, pp. 244
ISBN: 9788882652784
Studia Archaeologica, 132
2004, pp. 244
ISBN: 9788882652784