History
  • Add to cart
  • Abstract
  • Abstract

    Questo lavoro nasce con l’intenzione di analizzare il fenomeno della traduzione in prospettiva storico-religiosa, prendendo in esame il poema sanscrito Buddhacarita (I-II sec. d. C.), oggi la più nota agiografia del Buddha storico, e la sua unica traduzione cinese, completata all’inizio del V sec. d.C. Lo studio presenta le varie fasi che hanno portato il Buddhacarita a divenire un classico della letteratura buddhista in contesto accademico; ne propone poi la contestualizzazione storica e una rideterminazione del valore della traduzione cinese: spesso criticata come non sufficientemente aderente all’originale, la traduzione cinese è ampiamente citata negli studi accademici come “surrogato” delle parti perdute del poema sanscrito – questo studio intende porre per la prima volta la traduzione cinese al centro dell’analisi filologica e storica, mettendo in luce come essa abbia diffuso un modello di biografia del Buddha storico in tutta l’Asia orientale.